Convenzioni e Servizi
Finanziamenti per Medici Assicurazioni per Medici ECM Immobiliare Tutela legale Medici Viaggi per Medici
Cura e Salute per Medici Convenzioni Club Medici Noleggio Auto Medici Club Medici News Convenzioni Club Medici “My
CLUB MEDICI BROKER

Il SSN e le forme di Sanità integrativa: amici o nemici tra loro?

Sanità integrativa

La sanità integrativa sta prendendo sempre maggior piede tra i cittadini italiani, che preferiscono di gran lunga stipulare polizze assicurative integrative piuttosto che affidarsi al SSN: i tempi di attesa sono minori, i costi sono competitivi rispetto alle semplici soluzioni assicurative e i tempi di attesa per eventuali ricoveri e visite sono ridotti, con accessi veloci alle informazioni e alle diagnosi precoci.

La Sanità integrativa sta diventando una sorta di secondo pilastro della salute, con proposte di fondi sanitari integrativi e polizze individuali che vanno ad affiancarsi al sistema sanitario nazionale e tradizionale.

Questa forma di assistenza sanitaria rappresenta infatti un’ulteriore forma di tutela su cui possono fare affidamento i cittadini che vogliono integrare e/o sostituire i servizi messi a disposizione dal Sistema Sanitario Nazionale. La scelta di ricorrere a forme di sanità privata può essere una scelta del singolo oppure essere realizzata in forma collettiva, per esempio dai CCNL, dagli albi professionali o da specifici contratti integrativi predisposti dalle singole aziende.

In tutte le sue possibili forme, la sanità integrativa ha l’obiettivo principale di garantire servizi e prestazioni socio-sanitarie che rafforzino e completino quelle già offerte dal SSN.
In particolare, queste forme di assistenza possono offrire prestazioni integrative o complementari, aggiuntive o supplementari, sostitutive o duplicative di quelle garantite dal sistema pubblico (e in particolar modo dai LEA).

Ultimamente però i servizi offerti dalla Sanità integrativa e quelli garantiti già dal SSN sono stati al centro di numerosi dibattiti. Sembra infatti che il SSN non riesca più a rispondere alle esigenze di una popolazione che invecchia, in cui le patologie sono in continuo aumento e che vede gli italiani sempre più costretti a pagare di tasca propria le prestazioni oppure a rinunciare direttamente, motivo per cui moltissimi cittadini decidono di assicurarsi per evitare di pagare cifre altissime o trovarsi ad attendere mesi prima di poter usufruire delle prestazioni di cui necessitano. A mettere in cattiva luce la sanità integrativa, invece, sembra essere invece la sua invadenza nel panorama della salute, con pacchetti che garantiscono il maggior numero di prestazioni e che spesso vengono scelti dai cittadini senza una reale necessità.

Se la sanità integrativa e il Sistema Sanitario Nazionale riuscissero ad andare a braccetto potrebbero garantire a tutti i cittadini italiani, di tutte le età e le estrazioni sociali, un diritto fondamentale come quello alla salute.
Il nostro sistema sanitario si dichiara universalistico eppure continua a presentare una necessità strutturale di integrazione individuale e molto spesso i cittadini sono costretti a pagare le prestazioni di tasca propria. Basti penare che nell’ultimo anno circa il 44% degli italiani ha deciso di pagare personalmente le prestazioni mediche senza provare nemmeno a passare per il SSN.

Tra le proposte avanzate per evitare tutto questo, che altro non fa che mettere in cattiva luce il nostro sistema sanitario, c'è di pianificare un passaggio da una sanità integrativa a disposizione ancora di pochi ad una sanità integrativa diffusa, una sorta di “welfare di cittadinanza”, una evoluzione del welfare integrativo da strumento “contrattuale” a strumento di tutela sociale per ottenere così un secondo pilastro sanitario aperto.
Si tratta di passaggi che potrebbero essere interpretati come un tentativo della Sanità integrativa di sorpassare il SSN, in realtà le prestazioni sanitarie garantite dalle Forme Sanitarie integrative sono sempre legate a un’antecedente prescrizione medica in cui deve essere riportato il quesito diagnostico e la patologia. Inoltre molti Fondi Contrattuali e Polizze Aziendali richiedono necessariamente che questa prescrizione sia rilasciata proprio dal medico di base.

Se vuoi avere ricevere maggiori informazioni sulle forme di sanità integrativa, le prestazioni che coprono e come funziona per poterne usufruire, Club Medici Broker può fornirti una consulenza gratuita per scegliere la soluzione più adatta alle tue esigenze.

Informati ora.
Siamo a tua disposizione.

Mai un call center. Sempre e subito il tuo consulente.
AREA BLU

AREA ARANCIO

Compila il form e ti ricontatteremo entro 24h

Ricontrollare!
Ricontrollare!
Ricontrollare!
Ricontrollare!
Ricontrollare!
Ricontrollare!
Ricontrollare!
Ricontrollare!
Invalid Input
Ricontrollare!
Ricontrollare!
Scrivi il testo tutto in minuscolo
Ricarica il testo Errato. Riprovare!
Club Medici Associazione
Via Giovanni Battista de Rossi, 26/28
00161 ROMA
CODICE FISCALE: 06852761003
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - privacy policy
Cookie Policy

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie.
Accetta