Convenzioni e Servizi
Finanziamenti per Medici Assicurazioni per Medici ECM Immobiliare Tutela legale Medici Viaggi per Medici
Cura e Salute per Medici Convenzioni Club Medici Noleggio Auto Medici Club Medici News Convenzioni Club Medici “My

Riforma delle Specializzazioni Mediche, le due ipotesi prese in esame

Un dibattito molto sentito quello che interessa i giovani medici, in Italia visti come eterni studenti.
Per sopperire a questo problema, nell’incontro tra Miur, Salute e Regioni sono state fatte due proposte: il doppio binario e un percorso unico di formazione-lavoro.

Il doppio binario prevede il mantenimento delle borse di specializzazione nazionali, di cui il Ministro Bussetti ha già annunciato l'aumento. Questo si traduce nel dare la possibilità allo studente di svolgere la formazione all’interno dei policlinici universitari, prevedendo una trasformazione delle borse aggiuntive regionali che verranno convertite in percorsi di formazione-lavoro con contratti a tempo determinato per lavorare all’interno delle strutture ospedaliere. In questo caso non ci sarebbero cambiamenti sul concorso di specializzazione, così come sulla graduatoria unica: la formazione migliore da intraprendere viene scelta direttamente dagli studenti in base alle proprie attitudini.

La seconda opzione è la riforma delle specializzazioni di medicina, con un percorso unico di formazione lavoro.
In questo caso si introduce un unico contratto di formazione-lavoro, dove lo specializzando avrebbe un vero e proprio contratto a tempo determinato. Una volta apprese e certificate le competenze, i giovani professionisti potranno contribuire in un contesto regolato, trasparente e legale all’erogazione delle prestazioni del nostro servizio sanitario, andando a svolgere in modo integrativo e mai sostitutivo – le prestazioni assistenziali. Insomma, dei professionisti in formazione.
Anche questa proposta prevede una riorganizzazione delle reti formative e vede coinvolti i Policlinici universitari e tutte le strutture che rispettano gli standard formativi. La responsabilità però rimane alle Università che continuerebbero ad essere le sole abilitate al rilascio dei titoli. Necessaria però la presenza dei tutor e la creazione di un sistema per evitare lo ‘sfruttamento’ nei confronti degli specializzandi.

In merito alla riforma delle specializzazioni mediche è intervenuta su Facebook Giulia Grillo, Ministro della Salute.
Secondo la Grillo è arrivato il momento di aggiornare il Contratto di formazione specialistica, elevandolo a un vero e proprio contratto di formazione-lavoro.
Sempre secondo il Ministro, il medico in formazione, pur non potendo sostituire il personale strutturato, resta comunque un professionista e non è corretto identificarlo come un semplice studente. Questo accade già fuori dall'Italia, motivo per cui molti specializzandi fuggono all’estero dove hanno maggiori opportunità per lavorare e formarsi, retribuiti e sentendosi valorizzati
“Per quale motivo i giovani medici italiani dovrebbero essere considerati eterni studenti? sono forse da meno? Tanti giovani su cui abbiamo investito sono oggi costretti a fuggire in quei Paesi per via dell’ "imbuto formativo" e proprio lì iniziano a lavorare e formarsi, giustamente valorizzati e retribuiti, come i loro colleghi stranieri”.

Per risolvere la questione dell’imbuto formativo e affrontare in maniera efficace l’ereditata carenza di medici specialisti, la Grillo propone che Stato e Regioni facciano squadra e ripensino con un nuovo contratto il ruolo del medico, garantendo la formazione e l’importante potenziamento di cui oggi hanno bisogno i nostri servizi sanitari.

Informati ora.
Siamo a tua disposizione.

Mai un call center. Sempre e subito il tuo consulente.
AREA BLU

AREA ARANCIO

Compila il form e ti ricontatteremo entro 24h

Ricontrollare!
Ricontrollare!
Ricontrollare!
Ricontrollare!
Ricontrollare!
Ricontrollare!
Ricontrollare!
Ricontrollare!
Invalid Input
Ricontrollare!
Ricontrollare!
Scrivi il testo tutto in minuscolo
Ricarica il testo Errato. Riprovare!
Club Medici Associazione
Via Giovanni Battista de Rossi, 26/28
00161 ROMA
CODICE FISCALE: 06852761003
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - privacy policy
Cookie Policy

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie.
Accetta