Convenzioni e Servizi
Finanziamenti per Medici Assicurazioni per Medici ECM Immobiliare Tutela legale Medici Viaggi per Medici
Cura e Salute per Medici Convenzioni Club Medici Noleggio Auto Medici Club Medici News Convenzioni Club Medici “My

FACCIAMO CHIAREZZA SULLA FATTURAZIONE ELETTRONICA PER I MEDICI

Dall’esonero al divieto

Dal 1 gennaio 2019 è entrato in vigore l’obbligo di emettere la fattura elettronica, che al posto di vedere il documento in versione cartacea lo prevede già nella versione digitale.
L’introduzione al digitale potrebbe essere erroneamente confusa con la trasformazione della fattura tradizionale in PDF… nulla di più sbagliato! L’emissione della fattura elettronica è un processo complesso che prevede un inoltro telematico della ricevuta direttamente a un sistema di interscambio gestito dall’Agenzia delle entrate e poi dirottato al destinatario.

L’obbligo di emissione è a carico di chi emette la fattura, che può decidere se utilizzare un apposito software gestionale certificato disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate, oppure avvalersi di un intermediario abilitato. In entrambi i casi viene generato un file XML, previsto dal provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 30 aprile 2018, che viene trasmesso al cliente attraverso un “Sistema di Interscambio”. Una volta ultimati tutti i processi di verifica, la fattura è resa disponibile al cliente nella sua area riservata sul sito dell’Agenzia delle Entrate e pronta al download.

Per la professione sanitaria sono state introdotte diverse variazioni su questo tema: si è passato in pochi mesi dall’obbligo, diventato poi esonero dall’obbligo ed infine veto.
Al momento, e per tutto il 2019, è infatti in vigore il divieto per medici e odontoiatri di emettere fattura elettronica per i dati da inviare al Sistema Tessera Sanitaria (STS), continuando l’emissione della fattura al paziente in versione cartacea, mentre ne resta confermato l'obbligo per le prestazioni che non devono essere trasmesse al STS (prestazioni verso assicurazioni, ditte, aziende, enti, professionisti, ecc.).

Gli operatori di servizi sanitari, le strutture sanitarie pubbliche e private, i medici, i farmacisti, gli odontoiatri, i laboratori analisi così come le le società multi-servizi che sono nel mercato sanitario in via non esclusiva, devono quindi fare attenzione tra le fatture che contengono prestazioni sanitarie destinate a cittadini con Tessera Sanitaria, e quello che invece fatturano per altri servizi o prodotti. Soprattutto per loro è obbligatorio differenziare con attenzione le prestazioni che hanno o non hanno bisogno della e-fattura.

Le strutture sanitarie che invece rientrano nelle modifiche del Garante per la tutela dei dati personali, nonostante continuino ad emettere solo fatture di “tipo sanitario”, dovranno comunque dotarsi di un sistema che consenta la ricezione e la gestione delle fatture fornitori.

Informati ora.
Siamo a tua disposizione.

Mai un call center. Sempre e subito il tuo consulente.
AREA BLU

AREA ARANCIO

Compila il form e ti ricontatteremo entro 24h

Ricontrollare!
Ricontrollare!
Ricontrollare!
Ricontrollare!
Ricontrollare!
Ricontrollare!
Ricontrollare!
Ricontrollare!
Invalid Input
Ricontrollare!
Ricontrollare!
Scrivi il testo tutto in minuscolo
Ricarica il testo Errato. Riprovare!
Club Medici Associazione
Via Giovanni Battista de Rossi, 26/28
00161 ROMA
CODICE FISCALE: 06852761003
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - privacy policy
Cookie Policy

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie.
Accetta